Paolo Stucchi

Chief Strategic Officer - Dentsu Aegis Network Italia & Presidente - Vizeum Italia

Paolo Stucchi

Chief Strategic Officer - Dentsu Aegis Network Italia & Presidente - Vizeum Italia

Profilo

DentsuNel giugno 2010 è entrato a far parte del gruppo Dentsu Aegis Network Italia in qualità di CEO di Vizeum e di Chief Strategic Officer del Gruppo, riportando direttamente al Presidente e CEO Giulio Malegori. Nel gennaio 2013 è stato nominato Presidente di Vizeum. Ha costruito la sua carriera in Mindshare, iniziando nel 2000 come Strategic Planner, fino a ricoprire il ruolo di CEO nel 2007. Dal 1997 al 1999 è stato Media Strategist in CIA Medianetwork occupandosi di strategie media per clienti come Unilever, Telecom e Kraft e della gestione di progetti di ricerca finalizzati all’evoluzione delle scelte di pianificazione. Dal 1995 al 1997 ha ricoperto il ruolo di Media Researcher in JWT Italy, occupandosi di ricerche sui mezzi e dell’utilizzo delle banche dati per lo studio e la pianificazione dei target di comunicazione. E’ felicemente sposato con Simona da 15 anni.


Centri Media: da Data User a Data Producer

ABSTRACT
La comunicazione ha intrapreso un radicale cambio di prospettiva, abbandonando la tradizionale modalità di contatto “one-to-many”, virando sempre più, su attività “one to one”. La tecnologia è oggi pronta a supportare attività media totalmente “addressable”, indirizzabili al singolo individui, dove mezzo, momento e messaggio rappresentano un’unica realtà, in grado di garantire un ingaggio del consumatore completamente customizzato e per questo maggiormente efficace. Questo mutamento di paradigma è reso possibile dalla vasta disponibilità di dati prodotti automaticamente dal consumatore nel corso della sua vita quotidiana e dalla crescita del numero di player disposti a mettere a fattor comune competenze, informazioni e tecniche sempre più avanzate di raccolta e management del dato. Tra questi player il centro media sta assumendo un ruolo rilevante, consolidandosi come aggregatore di vaste quantità di dati, sino a diventare in alcuni casi produttore stesso di dati e informazioni sul consumatore. In questo contesto la ricerca è sempre più coinvolta nelle attività del centro media, cessando di ricoprire unicamente un ruolo di supporto alle fasi di intelligence strategica, e diventando elemento chiave in tutte le fasi del processo comunicativo. Oggi all’interno del centro media, il dato definisce il target, orienta la strategia di comunicazione, guida le scelte di buying, orienta le piattaforme di acquisto di spazi, permette di deliverare in tempo reale il corretto messaggio alla corretta persona, sino a chiudere il processo con sistemi di reporting in real time e valutazione delle performance diretta sui kpi’di brand. Il dato permea oggi tutti gli step delle attività media e rappresenta la chiave che ha restituito all’individuo il proprio ruolo centrale all’interno del processo comunicativo. Il dato permette oggi una distribuzione intelligente e non invasiva del contenuto, restituendo alla pubblicità la propria componente di servizio al consumatore.