Fabrizio Antonelli

Big Data Monetization Program Manager - Telecom Italia

Fabrizio Antonelli

Big Data Monetization Program Manager - Telecom Italia

Profilo

TIMFabrizio Antonelli è Big Data Monetization Program Manager di Telecom Italia. Il programma si pone lo scopo di sviluppare la strategia e le soluzioni go-to-market dei dati trasmessi, basate sui dati sia anonimi che personali. Fino a febbraio 2015 è stato il direttore di SKIL Lab, il laboratorio R&D Big Data di Telecom Italia. Nel 2014 Fabrizio è stato premiato tra i 10 giovani innovatori italiani under 35 del MIT Technology Review Program. È a capo del team organizzativo del TIM Big Data Challenge che nel 2014 ha visto la partecipazione di oltre 1100 data scientist provenienti da tutto il mondo. La sua formazione è legata all’ambito informatico, con una passata esperienza di ricerca nei sistemi di raccomandazioni basati sui testi, sistemi di classificazione dei testi e analisi dei dati finalizzata alla scoperta di nuove conoscenze.


I Big Data che abbiamo in tasca

ABSTRACT
Come Pollicini Digitali, le persone lasciano dietro di sé una traccia di dati non più solo sul web ma nel quotidiano, attraverso l’uso di servizi e oggetti connessi, in primis lo smartphone, che tracciano piccoli e grandi gesti. Ciò genera un mare di informazioni che va sotto il nome di Big Data e che attraverso nuove tecnologie e tecniche di analisi ci permette di osservare i fenomeni nel mondo reale ad un livello di dettaglio ed una velocità impensabili fino a ieri, abbattendo i costi di raccolta dei dati e delle rilevazioni. Vedremo alcuni esempi di come i dati di un operatore mobile come TIM, solo fino a qualche tempo fa confinati nei sistemi di ottimizzazione della rete o di gestione amministrativa, possano trasformarsi in una risorsa straordinaria per lo studio dei fenomeni urbani, attraverso l’osservazione della traccia digitale dei nostri clienti. Approfondiremo quindi il panorama regolatorio che disciplina l’utilizzo delle informazioni raccolte, guardando al confine tra dato anonimo e dato personale. Infine un cenno all’importanza del trust e all’affidabilità del dato raccolto, alle sfide che dovremo affrontare, con uno sguardo alle linee evolutive degli scenari Big Data del prossimo futuro.